Il basilico raccolto all’alba

Il suo sguardo mi oltrepassò l’anima come un treno diretto alla sua destinazione e un amante appassionato che non ha pretese.
Pareva quasi volesse ferirmi, affinché capissi ciò che stava provando.
Quell’uomo era riuscito a denudare gli angoli più bui della mia anima, portandomi all’estremo piacere della carne e facendomi sentire completamente sua.
Non lo avrei mai dimenticato. Non mi ero mai sentita appartenere tanto a un uomo prima di allora.
E mi era piaciuto.
Mi ero sentita amata e protetta.
Desiderata e importante.

Pubblicato da

Ex-giocatrice di calcio, appassionata di Napoli e del Napoli. Amo scrivere 🖋

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...