L’assenza

L’assenza non è un concetto astratto. Sbaglia chi pensa si tratti solo dell’ostinata sopravvivenza di un ricordo evanescente. L’assenza ha una propria dimensione fisica, è qualcosa di tangibile che arriva ai sensi. A volte si nasconde nella fragranza di un profumo rimasta imprigionata in un armadio vuoto, altre volte rimane impressa su un cuscino e si fa accarezzare delicatamente prima di dissolversi nel nulla, oppure si lascia intravedere nelle cose fuori posto rimaste a segnare un passaggio. C’è sempre un silenzio particolare che le fa da sottofondo, pesante e ingombrante come un’immensa scatola vuota che nulla riesce a riempire. L’assenza, con il tempo, diventa una compagna fedele che ti aspetta quando torni a casa. Non la puoi mandare via, perché le appartieni e ti appartiene.

Pubblicato da

Ex-giocatrice di calcio, appassionata di Napoli e del Napoli. Amo scrivere 🖋

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...