ANNO NUOVO di Giuseppe Carullo

Na vota Gennaio m’era amico, me purtava nu desiderio nuovo dint’ ‘a nu suonno antico, na frennesia lucente ‘ncopp’ ‘a ddoie labbra rosa. Mò, Gennaio, è pe mme ‘o primmo grano ‘e nu rusario ‘e penziere, ianco e friddo comm’ ‘a n’acquasantiera, e ‘mmita a pregà stu core ca spisso sbaréa. Giuseppe Carullo, Nustalgia

Continua a leggere