Silenzio cantatore

Canta Roberto Murolo

Libero Bovio si ammalò nel 1941, quando aveva 57 anni. Stava nella sua casa a Napoli, in Via Duomo, e lì vi morì nel maggio del 1942. Poco prima di spirare scrisse gli ultimi suoi versi, Addio Maria, dedicati alla moglie. Volle scrivere anche il suo epitaffio, che desiderava fosse scolpito sulla pietra della sua tomba. Parole che dicevano così:

qui non riposa libero bovio
perché gli altri morti di notte
litigano tra loro
e gli danno fastidio

Ma non avvenne, sulla lapide furono incisi i versi dedicati al suo amore.

Marì dint”o silenzio
silenzio cantatore
nun te dico parole d’ammore
ma t”e ddice ‘o silenzio pe’ me”

Pubblicato da

Ex-giocatrice di calcio, appassionata di Napoli e del Napoli. Amo scrivere 🖋

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...