BORGO MARINARI di Giuseppe Carullo

L’amore è come il mare. di Giuseppe Carullo. Cantata da Franco D’ambra

Ti ho ritrovato con il tuo scenario

di mare e cielo, Borgo Marinari,

dove tra la scogliera e i vecchi vicoli

forse ho lasciato i sogni miei più cari.

Una campana, dall’antico tempio,

piange sul mare l’agonia del sole,

e l’eco sembra che sussurri all’anima

un’armonia di tenere parole.

Mi pare che da rive lontanissime

giunga la voce amata di Maria,

Maria che mi accompagna come un angelo,

ombra d’amore e di malinconia.

Nulla è cambiato: le comari siedono

lungo le soglie a rammendar le reti,

e le fanciulle, come un dì, confidano

tra loro i primi palpiti segreti.

Sfiorando l’acqua i bianchi alcioni stridono,

sorge il Castello fra le basse ondate,

mentre, sfumate di riflessi ceruli,

le barche a secco sembrano incantate!

Non sei cambiato Borgo malinconico

e allegro, Borgo della gioventù.

Ho ritrovato il golfo, i bassi, i vicoli…

Solo il mio cuore non ritrovo più.

Giuseppe Carullo, Le stagioni del poeta

Pubblicato da

Ex-giocatrice di calcio, appassionata di Napoli e del Napoli. Amo scrivere 🖋

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...